Il gioco dell’angelo

image

Recensione:

Il gioco dell’angelo ha una trama intensa, interessante, che mescola amore, amicizia, paura e mistero. La scrittura è scorrevole, le ambientazioni sono sempre ben descritte e reali. La storia si svolge nella tumultuosa Barcellona degli anni venti, come negli altri libri di Zafòn.
Lo scrittore torna a guidarci tra i misteri del Cimitero dei libri dimenticati, regalandoci una storia in cui la forza dell’amore e dell’amicizia s’intreccia ancora una volta in un connubio irresistibile.
Anche questo racconto è un thriller ben fatto, ricco di sorprese e suspense.

 Trama:

David Martìn coltiva un sogno: diventare scrittore di successo e riscattare così una vita difficile, una vita che dopo l’omicidio del padre ha dovuto affrontare da solo. A sostenerlo nei suoi intenti, oltre al signor Sempere, proprietario della libreria dove ha imparato ad amare la letteratura, c’è anche il buon amico Pedro Vidal, figlio dell’aristocratico padrone del giornale del paese.  Proprio grazie a Don Pedro, Martìn avrà l’occasione e l’incarico di scrivere racconti a puntate da pubblicare sul quotidiano locale in cui lavora: “I misteri di Barcellona” riportando un successo tale da valere al ragazzo un contratto con un piccolo editore locale. Dopo alcuni anni e molti volumi, Martìn inizia a sentire la necessità di pubblicare un libro diverso, qualcosa che davvero esprima il suo potenziale. Purtroppo, il suo primo libro “Passi del cielo” si rivela un buco nell’acqua, distrutto dalla critica e ignorato dal pubblico. Come se non bastasse, Martìn scoprirà di avere un tumore incurabile al cervello, a ventisette anni è condannato ad una morte prematura nel giro di qualche mese. Inattesa arriva una lettera e con essa una richiesta piuttosto curiosa da parte di un misterioso editore francese di testi sacri, un tale Andreas Corelli, per il corrispettivo di una somma enorme Martìn dovrà scrivere una storia che funga da base per una nuova religione. Non avendo nulla da perdere accetterà, non sapendo però che il contratto che si trova a firmare sancirà molto più che un accordo commerciale. Tra oscuri accadimenti che sfiorano il sovrannaturale e drammi tragicamente umani, Martìn si troverà invischiato nel peggiore degli incubi, una realtà contorta, incomprensibile, che lo condannerà a scavare a fondo in un passato torbido per avere salva la vita.

Annunci

4 pensieri su “Il gioco dell’angelo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...